3 Pilastri e 5 Valori

In questo articolo vi descriverò quelle che sono a mio avviso le componenti che caratterizzano un gruppo di lavoro di successo.

3 Pilastri

I pilastri su cui si sostiene il lavoro di squadra sono: trasparenza, ispezione e adattamento.

Trasparenza.La trasparenza richiede che gli aspetti significativi siano definiti da uno standard comune in modo che i partecipanti (esecutivi ed osservatori) comprendano senza ambiguità ciò che viene visto.

Ispezione.Si devono ispezionare frequentemente i risultati e l’avanzamento delle attività pianificate, con lo scopo di rilevare deviazioni indesiderate. Le ispezioni non devono intralciare il lavoro stesso e sono più utili quando eseguite diligentemente e da chi ha la competenza necessaria ad effettuarle nello specifico stadio del lavoro.

Adattamento. Se chi ispeziona identifica condizioni che sono al di fuori dei limiti accettabili e che il prodotto finale non potrà quindi essere accettato deve attivare il processo di adattamento. L’adattamento deve essere portato a termine con tempestività così da ridurre al minimo ulteriori deviazioni.

5 Valori

Tutto il lavoro necessita di una solida base di valori come fondamento per il processo e per i principi del team. Attraverso il lavoro di gruppo ed all’approccio al miglioramento continuo si innesca un processo che permette sia di creare questi valori, che di utilizzarli come supporto.

ConcentrazionePoiché ci focalizziamo solo su poche cose alla volta, lavoriamo assieme per produrre risultati di eccellenza. Rilasciamo prodotti di qualità!

CoraggioPoiché non siamo soli, ci sentiamo supportati ed abbiamo più risorse a nostra disposizione. Questo ci da il coraggio di affrontare sfide più grandi!

AperturaLavorando insieme, ci confrontiamo sui progressi, e sui problemi che dobbiamo affrontare. Impariamo che è bene esprimere le nostre preoccupazioni in modo da poterle risolvere!

ImpegnoPoiché abbiamo maggior controllo sul nostro destino, siamo anche più impegnati a raggiungere il successo!

RispettoLavorando assieme, condividendo i successi ed i fallimenti, abbiamo imparato a rispettarci, ed ad aiutarci reciprocamente a guadagnare quel rispetto!

Per chi non lo avesse ancora capito, questi che sembrano principi base per un buon lavoro di squadra altro non sono che i fondamenti della Metodologia Scrum. Volutamente non ho riportato termini quali Sprint, Retrospective, Planning ecc per non indurre iniziale rigetto nei più avversi.

Concludendo, la conoscenza deriva dall’esperienza, i processi si controllano in modo empirico e le decisioni si basano su ciò che si conosce. I rischi non sono evitabili ma si possono prevedere con un approccio iterativo ed incrementale. Indipendentemente dai nomi delle metodologie queste sono regole semplici, chiare e di buon senso che aiutano una squadra ad essere unità, ad avere una visione condivisa e quindi ad affrontare sfide più grandi.